7 Minuti

Modificato e recensito clinicamente da THE BALANCE Squadra
Fatto verificato

Negli ultimi anni si sta avendo un’impennata piuttosto preoccupante, soprattutto tra le giovani generazioni, per quanto riguarda il consumo congiunto di farmaci e sostanze alcoliche, al fine di favorire una sorta di sballo per poter festeggiare e sentirsi più accettati socialmente.

Come per quasi qualsiasi farmaco che viene associato all’alcol, anche lo Xanax è altamente sconsigliato, poiché gli effetti collaterali di questa mistura potrebbero essere davvero molto pericolosi, se non addirittura letali.

Lo Xanax 0.25 e l’alcol è una combinazione che andrebbe evitata ad ogni costo e che non può che avere effetti deleteri sulla popolazione che decidesse di dedicarsi a questo mix deleterio e anche letale.

Tra gli effetti più deleteri che possono essere menzionati quando si arriva a mescolare queste due sostanze, c’è sicuramente quello del collasso dell’organismo che può portare appunto alla morte, anche se non è l’unico che vogliamo menzionare.

I motivi principali per i quali non dovreste mai e poi mai mischiare lo Xanax con l’alcol sono relativi a diverse problematiche che agiscono direttamente sull’organismo, rendendolo debole e soggetto agli attacchi di altri malanni che potrebbero peggiorare nel tempo.

In un primo momento potreste avere dei problemi relativi alla coordinazione che, se svolgete un lavoro che richieda una certa manualità o vi metta in una situazione di potenziale pericolo se per esempio vi occupate di costruzioni o simili.

Altre problematiche riguardano la memoria sia a breve termine che a lungo termine, il che vi farà perdere concentrazione e potrebbe compromettere un lavoro che richieda particolare attenzione.

Per quanto riguarda invece gli effetti negativi diretti sull’organismo, in caso di assunzione dello Xanax assieme all’alcol, rischiate di soffrire di una forte nausea con conseguente vomito, una parziale o anche totale perdita di conoscenza, oltre che un coordinamento talmente alterato da poter causare delle cadute pericolose, dato che sono legate proprio alla perdita dei sensi. Infine, si rischia un vero e proprio avvelenamento che potrebbe compromettere il giusto funzionamento di diversi organi del vostro corpo e condurre alla più fatale e tragica fine possibile.

In caso di assunzione di Xanax e sovradosaggio si può addirittura parlare di morte. Questo è comunque un caso estremo e non è necessariamente detto che si verifichi, soprattutto considerando delle esigue quantità di sostanze alcoliche. Tuttavia, meglio non sottovalutare la situazione e rivolgersi nel minor tempo possibile al personale sanitario di un pronto soccorso o chiamare il vostro medico di fiducia.

Potreste in effetti mettere a rischio talmente tanto il vostro organismo, da essere a un passo dalla morte, se non addirittura arrivare a questo esiziale risultato, mischiando un quantitativo eccessivo di alcol e di Xanax. Indicare il quantitativo letale, risulta essere piuttosto complicato, dato che ogni persona ha reazioni diverse a una specifica quantità. Sarà dunque impossibile determinare quella che è la soglia minima per scongiurare tragedie. Il modo migliore è, in fin dei conti, evitare di mescolare queste due sostanze.

Si può assumere Xanax e alcol e dopo quanto tempo? Questa è una delle domande più frequenti che viene posta ai medici, i quali, se seri e responsabili, vi risponderanno di certo che non è possibile assumere sostanze alcoliche quando siete in terapia con lo Xanax.

A dire il vero, molto probabilmente nessun medico vi darà mai il via libera per poter bere delle bevande alcoliche durante una qualsiasi terapia. Il fatto di non voler mischiare l’alcol con lo Xanax è qualcosa di più del semplice temere che la cura non abbia effetto e che dobbiate, di conseguenza, riprenderla dall’inizio. Oltre a questo fattore che va considerato a tutti gli effetti come scomodo e dannoso, vi è anche la concreta possibilità che possiate mettere a repentaglio la vostra salute, in modo particolarmente pericoloso, tanto da subirne le conseguenze più estreme, lasciandoci la vita.

Fate in modo di far sparire da casa vostra qualsiasi alcolico, così da non cadere in tentazione o da farvi tentare dal vostro partner, che, se ci tiene davvero a voi, molto probabilmente avrà già fatto sparire da tempo gli alcolici.

Evitate anche tutte quelle occasioni di convivialità, durante le quali risulta praticamente impossibile dire di no a qualche bicchiere, perché ci si ritrova, magari, a festeggiare i successi di un ottimo amico o di un parente che non conosce o non comprende la vostra situazione.

Ricordatevi che se state seguendo una terapia, vale la pena essere ligi al dovere il più possibile, per non vanificare gli effetti del farmaco e anche per cessare l’assunzione del farmaco stesso, che, nel lungo periodo può effettivamente causare una serie di danni collaterali notevoli e non graditi.

Sembra davvero molto sciocco, ma parecchi giovani e anche meno giovani, associano l’idea di prendere lo Xanax e l’alcol assieme per potersi sballare e provare nuove emozioni. Niente di più sbagliato, dato che le conseguenze di questa mistura possono risultare mortali e non solo per chi assume il mix.

Pensate infatti al guidatore designato che decide di bere anche solo un paio di bicchieri durante la terapia con lo Xanax. La perdita di lucidità alla guida, un improvviso senso di nausea o qualunque calo di concentrazione, rischia di mettere a serio rischio la vita anche dei suoi passeggeri.

Molti paesi hanno già introdotto la tolleranza zero per l’alcol, almeno per i neopatentati. Crediamo che questa legge andrebbe estesa anche agli adulti, dato che è inevitabile che la concentrazione cali, quando si bevono alcolici, anche se si è abituati a ciò.

Fare in modo che poi le sostanze alcoliche non vengano mischiate a farmaci di qualunque tipo, è ancora più importante. Se avete qualche amico che in passato ha cercato questa forma di sballo, cercate di esortarlo a non riprovare e a renderlo edotto dei pericoli ai quali potrebbe andare incontro.

Vi sono varie motivazioni che spingono i giovani, al giorno d’oggi, ad avvicinarsi allo Xanax. Per esempio, il desiderio di provare qualcosa di nuovo, anche solo perché sentito nominare da qualche compagno di classe o da qualche amico. Una curiosità di fondo quindi alla base di ciò che sta dietro al primo approccio nei confronti del farmaco.

Qualcuno potrebbe decidere di provare il medicinale per potersi rilassare. Risulta essere piuttosto frequente, infatti, che durante l’ultimo periodo del lockdown, in seguito a diverse restrizioni, molti ragazzi abbiano preferito restare chiusi in casa, avvolti da un guscio di sicurezza, alimentato anche dalla potenza di un farmaco del quale in effetti non ne avrebbero avuto forse mai il bisogno.

Una buona percentuale sostiene anche di aver provato il mix di Xanax e alcol per divertirsi con gli amici e per sballarsi. Questo senso di irresponsabilità è spesso dovuto a informazioni errate dietro all’utilizzo del farmaco che i giovanissimi reperiscono sui social network, senza domandare a chi potrebbe invece indicare loro tutti i pericoli che vi stanno dietro.

In taluni casi, la ricerca del farmaco è spasmodica anche solo per poter alleviare un dolore cronico che tormenta il fisico e la psiche di una persona sofferente e che cerca in tutti i modi un rimedio a questa terribile condizione.

Non sempre si è in grado di fornire il migliore degli aiuti. Un po’ perché si è impreparati a quello che può essere un mix deleterio e letale, un po’ perché non si conoscono le conseguenze a lungo termine degli effetti che un mix di alcol e Xanax può avere sull’organismo. Vedere quindi un proprio amico o una cara amica abusare di queste sostanze, potrebbe non essere sempre visto come un campanello d’allarme, ma come un esperimento o un tentativo di rivalsa sociale da parte dei più timidi.

Invece, meglio affidarsi agli esperti del settore per poter avere anche solo una valida consulenza e in seguito decidere cosa fare a riguardo. Rivolgersi per esempio ad un centro di eccellenza per essere sicuri di disintossicarsi dalla cattiva abitudine del pericoloso mix è senz’altro una scelta azzeccata e vincente.

Tra questi centri, il Luxury Rehab di Mallorca in Spagna è quello che vi potrà garantire un’assistenza tutto tondo, 24 ore al giorno. Il personale qualificato farà in modo di studiare un piano terapeutico efficace, illustrare quali siano i pericoli e studiare una strategia valida, affinché non vi sia una ricaduta, una volta usciti dal centro.

Domande frequenti

Un metodo unico

Un sistema collaudato ed efficace per individuare le vere cause di qualsiasi squilibrio.
1 - UN CLIENTE PER VOLTA
2 - PRIVACY & DISCREZIONE
3 - CHECK-UP APPROFONDITO
4 - PROGRAMMA PERSONALIZZATO, PER TRATTARE OGNI DISTURBO ALLA RADICE
5 - RISTRUTTURAZIONE BIOCHIMICA
6 - APPROCCIO OLISTICO
7 – TERAPIE ALL’AVANGUARDIA
8 - UN CONSULENTE SEMPRE A DISPOSIZIONE
9 - STRUTTURA DI LUSSO PRIVATA
10 - CHEF PERSONALE E PIANO ALIMENTARE

APPROCCIO DUREVOLE

0 Prima

Invia richiesta di ammissione

0 Prima

Definire gli obiettivi del trattamento

1 settimana

Comprehensive Assessments & Detox

1-4 settimana

Fisico in corso e Terapia mentale

4 settimana

Family Therapy

5-8 settimana

Dopo cura

12+ settimana

Visita di aggiornamento

Accreditamenti e media