8 Minuti

Modificato e recensito clinicamente da THE BALANCE Squadra
Fatto verificato

L’organizzazione Mondiale della Sanità definisce la salute mentale uno stato di benessere psicologico ed emotivo che consenta agli individui di utilizzare le proprie abilità cognitive ed emotive, prendersi cura delle esigenze quotidiane, creare e mantenere relazioni con altri soggetti e operare con funzionalità a livello sociale.

Con i  disturbi della sfera mentale a rientrare a pieno diritto fra le sfide più impegnative che la società moderna debba affrontare, ed oltre il 5% della popolazione affetto da uno o più disturbi elencati nel Manuale Statistico e Diagnostico dei Disturbi Mentali, sorge la necessità di organizzare sforzi sul territorio nazionale per ridurre l’impatto delle patologie mentali sulla funzionalità dei cittadini. 

I centri di igiene mentale sono pensati per accogliere e soddisfare le esigenze di pazienti con ogni grado di disagio psicologico. A dispetto dello stereotipo, e della sua accezione dispregiativa e fuorviante (che in alcuni casi arriva a definire queste strutture delle “prigioni per matti”), la maggior parte dei soggetti in cura nei centri di salute mentale mostra piena capacità di intendere e volere.

L’obiettivo di un centro di salute mentale è quello di offrire un luogo sicuro in cui ogni persona in stato di bisogno possa affrontare le sue difficoltà con l’assistenza di personale medico qualificato, in grado di mettere a disposizione del soggetto con disagio o disturbo psichico un ventaglio di situazioni pensate per migliorarne lo stato di salute, tramite l’eliminazione degli elementi di disagio o la gestione della sintomatologia. Attraverso le medesime strutture, il servizio di supporto è esteso ai familiari e alle persone vicine al soggetto.

Lo staff delle suddette strutture è costituito da figure mediche qualificate, che possano assistere il paziente e i suoi familiari nell’interno percorso di cura: dall’accoglienza alla diagnosi, passando per la discussione della terapia, la sua somministrazione e la successiva modulazione per tutta la durata del trattamento, arrivando (nei casi in cui ciò si ritenga possibile e consigliabile) all’interruzione della stessa. 

Sebbene i centri di salute mentale siano divisi fra strutture pubbliche e private, la rete dei servizi viene strutturata in maniera uniforme. Il Dipartimento di salute mentale racchiude l’insieme dei centri e dei servizi che gestiscono la richiesta di cura, l’assistenza, e la tutela della salute mentale sul territorio sotto l’autorità dell’Azienda Sanitaria Locale (ASL)

Il complesso di strutture attraverso le quali vengono erogati servizi legati alla cura, assistenza e tutela della salute mentale sul territorio locale (definito dalla ASL), prende il nome di Dipartimento di Salute Mentale, o DSM. 

Il Dipartimento di Salute Mentale eroga i seguenti servizi:

  • assistenza diurna, attraverso i Centri di Salute Mentale (CSM)
  • assistenza semiresidenziali, attraverso i Centri Diurni (CD)
  • assistenza residenziale, attraverso strutture residenziali abilitate (SR), che si dividono in strutture terapeutico-riabilitative e socio-riabilitative
  • assistenza ospedaliera, attraverso i Day Hospital (DH) e i Servizi Psichiatrici di Diagnosi e Cura (SPDC).

L’offerta assistenziale vanta anche diverse cliniche universitarie dislocate sul territorio nazionale. 

Fra i cittadini con disturbi della sfera psichica, il Centro di Salute Mentale è il maggiore punto di riferimento per la cura delle malattie mentali. Il CSM si occupa del coordinamento sul territorio nazionale della totalità dei servizi relativi alla prevenzione, alla cura, alla riabilitazione  dei cittadini considerati malati psichiatrici. 

In ogni Centro di Salute Mentale è presente almeno: 

  • uno psichiatra;
  • uno psicologo
  • un assistente sociale;
  • un infermiere professionista.

Lo staff del centro raccoglie quindi professionisti la cua preparazione possa assicurare l’erogazione di diversi servizi e interventi, fra cui: 

  • percorsi terapeutici in ambito psichiatrico e psicoterapeutico, interventi sociali e inserimento dei soggetti in cura nei centri diurni Day Hospital o altre strutture idonee all’accoglienza e al trattamento del paziente. 
  • percorsi diagnostici per l’identificazione dei disturbi psichiatrici, composti da consulti psichiatrici, colloqui con psicologi professionisti per la formulazione di un percorso di cura integrato, che affianchi all’intervento ambulatoriale l’assistenza domiciliare e residenziale, per assicurare al paziente un’assistenza continua nel tempo. 
  • confronto con i medici di medicina generale, per l’erogazione di consulenze psichiatriche. Alcune strutture forniscono anche assistenza dedicata ai medici di famiglia tramite counseling. 
  • consulenza specialistica per i servizi “di confine” (dipendenza da alcol, sostanze stupefacenti e psicoattive), unite a strutture residenziali per l’accoglienza di pazienti anziani o con disabilità.
  • attività di filtro ai ricoveri e di controllo della degenza nelle case di cura neuropsichiatriche private accreditate, al fine di assicurare la continuità terapeutica
  • valutazione ai fini del miglioramento continuo della qualità delle pratiche e delle procedure adottate
  • intese e accordi di programma con i Comuni per, tra l’altro, inserimenti lavorativi degli utenti psichiatrici, affido etero-familiare ed assistenza domiciliare
  • collaborazione con Associazioni di volontariato, scuole, cooperative sociali e tutte le agenzie della rete territoriale.

Le normative italiane che regolano il funzionamento dei Centri di Salute Mentale stabiliscono che questi ultimi debbano essere attivi per interventi sia domiciliari che ambulatoriali, per almeno 6 giorni la settimana, per un minimo di 12 ore al giorno. 

Struttura semiresidenziale addetta all’erogazione di servizi terapeutici e riabilitativi sul territorio nazionale, il Centro Diurno deve essere attivo per almeno 6 giorni a settimana, e 8 ore al giorno. 

Ogni struttura di questo tipo è dotata di un proprio staff professionale, integrato da operatori di cooperative sociali e organizzazioni di volontari. 

Le strutture accolgono i progetti terapeutici riabilitativi personalizzati, e permettono l’attuazione di percorsi terapeutici mirati alla rieducazione del paziente e al suo ritorno alla funzionalità sia a livello sociale che interpersonale, nonché lavorativo. 

La gestione del centro diurno può essere affidata al DSM, ma può anche far capo ad associati private, siano esse sociali o imprenditoriali. Le concessioni e gli accreditamenti vengono regolati sulla base di standard nazionali A gestire i rapporti con il DSM sono apposite convenzioni, il cui fine è assicurare la continuità della presa in carico. 

Si definisce struttura residenziale (SR) una struttura extra-ospedaliera in cui si svolge una parte del programma terapeutico-riabilitativo e socio-riabilitativo per i cittadini con disagio psichiatrico inviati dal CSM con programma personalizzato e periodicamente verificato. Queste strutture hanno lo scopo di offrire una rete di rapporti e di opportunità emancipative, all’interno di specifiche attività riabilitative.

La SR, pertanto, non va intesa come soluzione abitativa.

Le strutture residenziali sono differenziate in base all’intensità di assistenza sanitaria (24 ore, 12 ore, fasce orarie) e non hanno più di 20 posti. Sono collocate in località urbanizzate e facilmente accessibili per prevenire ogni forma di isolamento delle persone che vi sono ospitate e per favorire lo scambio sociale.

Le SR possono essere realizzate e gestite dal DSM o dal privato sociale e imprenditoriale. In tal caso i rapporti con il DSM sono regolati da appositi accordi ove siano definiti i tetti di attività e le modalità di controllo degli ingressi e delle dimissioni.

Servizio Psichiatrico di Diagnosi e Cura (SPDC) è un servizio ospedaliero dove vengono attuati trattamenti psichiatrici volontari ed obbligatori in condizioni di ricovero Esplica, inoltre, attività di consulenza agli altri servizi ospedalieri.

E’ ubicato all’interno delle strutture ospedaliere (Aziende ospedaliere, Presidi ospedalieri di Aziende sanitarie, Policlinici universitari).

E’ parte integrante del Dipartimento di Salute Mentale, anche quando l’ospedale in cui è ubicato non sia amministrato dalla stessa Azienda sanitaria. In tal caso i rapporti tra le due Aziende sanitarie sono regolati da convenzioni obbligatorie, secondo le indicazioni della Regione.

Il numero complessivo dei posti letto è individuato tendenzialmente nella misura di uno ogni 10.000 abitanti. Ciascun SPDC contiene non più di 16 posti letto ed è dotato di adeguati spazi per le attività comuni.

Il Day Hospital psichiatrico (DH) costituisce un’area di assistenza semiresidenziale per prestazioni diagnostiche e terapeutico riabilitative a breve e medio termine. Può essere collocato all’interno dell’ospedale, con un collegamento funzionale e gestionale con il Servizio Psichiatrico di Diagnosi e Cura. Può essere, inoltre, collocato presso strutture esterne all’ospedale, collegate con il CSM, dotate di adeguati spazi, delle attrezzature e del personale necessario.

È previsto che sia aperto almeno 8 ore al giorno per 6 giorni alla settimana.

Ha la funzione di:

  • permettere accertamenti diagnostici vari e complessi
  • effettuare trattamenti farmacologici
  • ridurre il ricorso al ricovero vero e proprio o limitarne la durata.

L’utente vi accede in base a programmi concordati tra gli operatori del DSM.

Le Regioni e le Province Autonome, nell’ambito della programmazione sanitaria regionale, definiscono la collocazione e il numero dei posti letto in DH, tenendo presente che un posto letto in DH è equivalente ad un posto letto in SPDC.

L’Italia ha una lunga tradizione professionale nel trattamento dei disturbi mentali. Cliniche di grande rilevanza a livello nazionale ed internazionale sono dislocate sull’intero territorio. Centri di riabilitazione come Villa Armonia Nuova (Roma), Villa Rosa (Modena),  e Villa Margherita (Arcugnano) accolgono da decenni pazienti con i bisogni più disparati, fornendo ai propri residenti servizi specialistici per la diagnosi, il trattamento e l’eliminazione della sintomatologia. 

Così come per i Centri di Salute Mentale, anche le cliniche private Italia non limitano i servizi di assistenza ai pazienti da gravi squilibri della sfera psicologica, ma includono le tradizionali attività di counseling settimanale per il trattamento disagi mentali più lievi, come sindromi depressive o ansiose. 

Un’equipe composta da professionisti nel campo della salute mentale e della riabilitazione, un percorso di assistenza personalizzato pensato per soddisfare le esigenze di ogni paziente, il tutto all’interno di una magnifica cornice che favorisca il rilassamento e la distensione. I centri di riabilitazione di lusso The Balance sono strutture situate a Maiorca (Spagna), Londra (Regno Unito), e Zurigo (Svizzera), nei quali i residenti possono ricevere l’assistenza necessaria al percorso di riabilitazione in una cornice lussuosa.

I programmi di riabilitazione olistica sono finalizzati alla diagnosi, al trattamento e alla risoluzione di problemi emotivi e psicologici, anche in concomitanza con abuso e dipendenza da sostanze stupefacenti, farmaci e sostanze psicoattive. L’obiettivo dei percorsi terapeutici The Balance, è l’eliminazione di qualsiasi elemento di disturbo della sfera psicologica del paziente, con un approccio che comprende non solo l’assistenza psicoterapeutica, ma anche l’analisi di pattern biologici, la raccolta di dati di biofeedback, e la stesura di una dieta personalizzata. 

Un metodo unico

Un sistema collaudato ed efficace per individuare le vere cause di qualsiasi squilibrio.
1 - UN CLIENTE PER VOLTA
2 - PRIVACY & DISCREZIONE
3 - CHECK-UP APPROFONDITO
4 - PROGRAMMA PERSONALIZZATO, PER TRATTARE OGNI DISTURBO ALLA RADICE
5 - RISTRUTTURAZIONE BIOCHIMICA
6 - APPROCCIO OLISTICO
7 – TERAPIE ALL’AVANGUARDIA
8 - UN CONSULENTE SEMPRE A DISPOSIZIONE
9 - STRUTTURA DI LUSSO PRIVATA
10 - CHEF PERSONALE E PIANO ALIMENTARE

APPROCCIO DUREVOLE

0 Prima

Invia richiesta di ammissione

0 Prima

Definire gli obiettivi del trattamento

1 settimana

Comprehensive Assessments & Detox

1-4 settimana

Fisico in corso e Terapia mentale

4 settimana

Family Therapy

5-8 settimana

Dopo cura

12+ settimana

Visita di aggiornamento

Accreditamenti e media

 
AMF
British Psychology Society
PsychologyToday
COMIB
COPAO
EMDR
EPA
FMH
ifaf
institute de terapie neural
MEG
NeuroCademy
NeuroCare
OGVT
pro mesotherapie
Psychreg
red GDPS
WPA
SFGU
SEMES
SMGP
Somatic Experience
ssaamp
TAA
SSP
DeluxeMallorca
BusinessInsider
ProSieben
Sat1
Focus
Taff
TechTimes
HighLife
Views
abcMallorca
LuxuryLife