6 Minuti

Modificato e recensito clinicamente da THE BALANCE Squadra
Fatto verificato

Se vi state chiedendo che cos’è il counseling iniziamo col dire che ci troviamo in due aree: sanitario e relazionale. E’ una professione che si pone come scopo l’orientamento e il potenziamento delle abilità di uomini e donne al momento afflitti da problematiche varie.

“Counsellor significato: il counsellor fa riferimento a quel professionista che promuove incontri individuali o di gruppo, finalizzati alla risoluzione di un problema.

Egli cerca di sviluppare atteggiamenti attivi, alimentare soluzioni, offre sostegno durante periodi di crisi e di confusione per venirne a capo, aiuta a migliorare i legami e ottimizzare le relazioni interpersonali. Il percorso si pone come fine ultimo l’autonomia dell’individuo. Il paziente rimane il vero protagonista dell’incontro. Affiancato da una guida, egli si addentra in prima persona nelle proprie problematiche, questa volta esaminando situazioni e eventi da diverse prospettive.

Attraverso il counseling psicologico si cerca quindi di attivare le proprie risorse personali. E’ un metodo che permette di migliorare la conoscenza di sé stessi.

Il termine counseling ha le sue radici infatti nel latino: “relazione, consiglio, prestare aiuto all’altro’’. In inglese, invece, fa riferimento direttamente al nocciolo della questione: “to counsel’’ (consigliare, raccomandare).

Tuttavia è bene soffermarsi sulla definizione approvata dalla British Association for Counselling. Questa spiega la vera natura del counseling psicologico che non è prettamente quella di elargire consigli.

Ci sono punti fondamentali che caratterizzano tale professione. Ci sono fini ultimi, propositi e obiettivi da raggiungere.

Innanzitutto il counselor psicologico aiuta il paziente a trovare la sua personale via. Lo aiuta a ritrovare sé stesso quando pensava di essersi completamente smarrito e di stare al buio. Il professionista non sarà mai giudicante ma un ascoltatore attivo e privo di pregiudizi. Il suo compito è quello di portare alla luce le risorse interne di chi ha di fronte, tenendo conto di valori e credenze, e rispettando le stesse. Il counselor deve far sì che sia il proprio paziente a venire a capo di situazioni e problematiche riscoprendo il suo intuito, le sue abilità di risoluzione, lo sviluppo di punti di vista diversi e funzionali. Il professionista dovrà pertanto desistere da elargire consigli o ordini ma sostenere. Egli dovrà permettere al paziente di guardarsi dentro e ritrovare tutte le sue potenzialità.

Sempre secondo la British Association for Counselling il counseling psicologico si propone di utilizzare in maniera oculata e strutturatala relazione. Questa andrà a sviluppare qualità come l’accettazione di sentimenti ed emozioni, la crescita individuale, la riscoperta di risorse personali e, ovviamente, l’autodeterminazione del paziente. Il vero obiettivo è quello di permettere a uomini e donne di riprendere in mano la propria vita affinché ritorni soddisfacente e piena di bellezza e consapevolezza.

Il counselor potrà orientare i suoi incontri nell’affrontare un singolo problema specifico. Oppure alla prese di una o più decisioni determinanti per il percorso di vita di un individuo. O ancora intraprendere col paziente una strada introspettiva alla ricerca e alla riscoperta di emozioni, nodi non ancora sciolti, traumi passati, conflitti interiori. Tutto ciò per permettere all’altro di confrontarsi con sé stesso e con i propri conflitti interiori. Aiutare a oltrepassare momenti di buio, di crisi, di ansia, negatività e sconforto. Il counsellor si propone di accompagnare il paziente nel miglioramento delle sue relazioni interpersonali, nonché dell’immagine negativa che spesso ha di sé stesso. tutto questo rispettando appunto i valori dei suoi pazienti e alimentando ciò che di buono hanno già da offrire agli altri e a sè stessi.

Si andrà a sottolineare che il counseling psicologico non combacia con il termine psicoterapia. Sono due cose quindi molto vicine ma prettamente differenti. Le differenze le troviamo nell’approccio, nei metodi, nelle tempistiche di un intervento, nei fini e negli obiettivi. A tal proposito, infatti, il counseling psicologico sarà di durata limitata e con obiettivi specifici da raggiungere entro quell’arco di tempo. Può occuparsi di problematiche a livello emotivo, lavorativo, sociale. Gli incontri sono finalizzati alla promozione del benessere generale, piuttosto che alla risoluzione di un disturbo o di un disagio della persona. Questi, infatti, hanno necessità di percorsi più lunghi e meglio strutturati nonché di supporto specialistico.

Il counseling psicologico vuol quindi proporsi come un colloquio. SI tratta di un confronto e di una conoscenza  tra due persone. In termini migliori può essere definito come “colloqui di supporto’’ alla persona che sta affrontando particolari dinamiche. Durante questi incontri ci si racconta. Vengono fuori dinamiche importanti per il paziente, eventi e situazioni che non trova il coraggio di affrontare perché pensa che siano insormontabili, periodi di crisi e di confusione, indecisioni, tematiche personali care al soggetto. Tramite il supporto del professionista il paziente sarà aiutato ad aiutarsi.

Quando si parla di risoluzione di problemi spesso troviamo psicologi contro counselor. Questo perché il secondo è solitamente un professionista non laureato, quindi non referenziato in ambito sanitario e pertanto con dei limiti importanti. Non esisti quindi un vero counselor psicologo. Ci sono alcune differenze che andremo a illustrare nell’immediato.

Possiamo infatti affermare che counselor e psicologo non sono la stessa cosa nonostante entrambi svolgano una funzione di aiuto e supporto.

Qual è il compito del counselor?

Il counselor si occupa quindi di intraprendere percorsi personali di breve durata e di obiettivi ben precisi. Il primo quello di incrementare nel paziente autodeterminazione e consapevolezza di sé stesso, del proprio potenziale assopito e delle proprie idee. Affianca l’altro nella risoluzione di dubbi e indecisioni. Offre le sue qualità affiancando l’altra persona nei periodi di cambiamento, in momenti di passaggio o di svolta della propria vita. Aiuta nel trovare una risposta e a ritagliarsi del tempo per sè stessi. Aiuta a fare introspezione. Tuttavia, qualora il counselor inizi a intraprendere un certo tipo di percorso con il paziente, più intricato e problematico, ha l’obbligo di indirizzare la persona verso un vero specialista abilitato: lo psicologo.

Lo psicologo è innanzitutto un professionista abilitato che ha affrontato un lungo percorso di studi e abilitazione per svolgere tale professione. Egli, oltre a possedere una laurea in psicologia, è iscritto all’albo degli psicologi.

Ha la funzione di offrire la propria consulenza a individui in difficoltà. Può rilasciare certificati e dar luogo a diagnosi e terapie. Mentre il counselor affianca i suoi pazienti in percorsi di chiarimento, lo psicologo, oltre a svolgere anch’egli tale funzione, potrà anche accompagnare in un percorso professionale persone con disturbi importanti o patologie. Tra queste sicuramente rientrano problematiche che meritano maggiore attenzione alla loro risoluzione: ansia generalizzata, ansia sociale, disturbi dell’umore, depressione, traumi, fobie …  Egli può dare consigli più dettagliati e competenti tramite diagnosi precise e interpretazione di comportamenti. A prescindere dalla figura scelta è importante parlare. Cercare un aiuto e essere fiduciosi che ogni problematica può essere risolta. Tutti meritiamo di vivere in maniera serena le nostre vite e al pieno del nostro potenziale.

Se stai affrontando problematiche destabilizzanti per la tua salute mentale e la tua qualità di vita come: forte ansia, depressione, traumi, dipendenze, non esitare a contattare un professionista. Puoi ottenere una consulenza da Balance Luxury Rehab in Spagna e riprendere in mano il tuo presente e il tuo futuro.

Un metodo unico

Un sistema collaudato ed efficace per individuare le vere cause di qualsiasi squilibrio.
1 - UN CLIENTE PER VOLTA
2 - PRIVACY & DISCREZIONE
3 - CHECK-UP APPROFONDITO
4 - PROGRAMMA PERSONALIZZATO, PER TRATTARE OGNI DISTURBO ALLA RADICE
5 - RISTRUTTURAZIONE BIOCHIMICA
6 - APPROCCIO OLISTICO
7 – TERAPIE ALL’AVANGUARDIA
8 - UN CONSULENTE SEMPRE A DISPOSIZIONE
9 - STRUTTURA DI LUSSO PRIVATA
10 - CHEF PERSONALE E PIANO ALIMENTARE

APPROCCIO DUREVOLE

0 Prima

Invia richiesta di ammissione

0 Prima

Definire gli obiettivi del trattamento

1 settimana

Comprehensive Assessments & Detox

1-4 settimana

Fisico in corso e Terapia mentale

4 settimana

Family Therapy

5-8 settimana

Dopo cura

12+ settimana

Visita di aggiornamento

Accreditamenti e media

 
AMF
British Psychology Society
PsychologyToday
COMIB
COPAO
EMDR
EPA
FMH
ifaf
institute de terapie neural
MEG
NeuroCademy
NeuroCare
OGVT
pro mesotherapie
Psychreg
red GDPS
WPA
SFGU
SEMES
SMGP
Somatic Experience
ssaamp
TAA
SSP
DeluxeMallorca
BusinessInsider
ProSieben
Sat1
Focus
Taff
TechTimes
HighLife
Views
abcMallorca
LuxuryLife