8 Minuti

Modificato e recensito clinicamente da THE BALANCE Squadra
Fatto verificato

La depressione è una patologia psichiatrica che altera il normale tono dell’umore, i livelli di energia e l’interesse di svolgere attività quotidiane, nonché la motivazione dell’individuo. In realtà, è un disturbo molto più complesso che può ramificarsi in diverse forme, ognuna con le sue peculiarità e i suoi sintomi. La depressione può colpire persone di tutte le età, a prescindere dal sesso, e può essere scatenata da diversi fattori. Prendersi cura della propria salute mentale è fondamentale. Si rivela di fondamentale importanza non trascurare tale disturbo, ma è necessario rivolgersi ad uno specialista alla comparsa dei primi sintomi. La depressione, in tutte le sue forme, si manifesta con una sintomatologia variegata, sia fisica che psicologica.

La depressione è una patologia psichiatrica molto seria e complessa, che causa sintomi psichici, comportamentali e fisici. Questa condizione comporta un forte abbassamento del tono dell’umore, dei livelli di energia e della volontà di svolgere attività piacevoli o, nei casi peggiori, incapacità di portare a termine quelle necessarie (come lavorare, mangiare, prendersi cura di sé e della famiglia, fare le pulizie ecc.). Tale disturbo può essere causato da molteplici fattori e può essere classificato in varie tipologie, tra cui le principali includono la depressione maggiore, la distimia e il disturbo bipolare. Ogni forma di depressione può manifestare sintomi diversi e può avere un decorso più o meno lungo. In alcuni casi, tale patologia può cronicizzarsi.

Come già menzionato, la depressione può essere dovuta a diverse cause. In particolare, è possibile menzionare:

  • Fattori psicosociali, come lo stress, che possono portare il soggetto a manifestare stati d’animo fortemente negativi;
  • Fattori neuroendocrini e chimica del cervello, in quanto alcune modificazioni dei livelli di neurotrasmettitori e alterazioni della funzione endocrina possono scaturire il disturbo;
  • Ereditarietà, in quanto un soggetto sembra maggiormente predisposto a sviluppare il disturbo se vi ha una certa familiarità;
  • Eventi fortemente negativi, come un lutto, una perdita, una separazione, un divorzio o quant’altro;
  • Patologie pregresse di tipo fisico, organico o neurologico, come l’epilessia, la fibromialgia, l’encefalopatia, l’artrite reumatoide, alcuni tipi di tumore, l’ictus, l’HIV, il morbo di Cushing, la malattia di Wilson, il lupus eritematoso sistemico, la sindrome da fatica cronica e la sclerosi multipla;
  • Utilizzo di farmaci per lunghi periodi di tempo, in quanto alcuni medicinali possono provocare come effetto indesiderato lo sviluppo della depressione o di stati ansiosi;
  • Abuso di sostanze stupefacenti e la relativa astinenza da esse, in quanto la brusca interruzione di alcolici, droghe, farmaci o altre sostanze che creano dipendenza può causare depressione e altri sintomi fisici e/o psichici;
  • Mobbing o sindrome da burnout, causata dallo stress cronico in ambiente lavorativo per esempio;
  • Cambio delle stagioni, in quanto vi è una particolare forma di depressione chiamata “disordine affettivo stagionale” che comporta l’abbassamento del tono dell’umore e dei livelli di attività ed energia durante i mesi invernali;
  • Gravidanza e parto, in quanto la donna può essere colpita da una forma di depressione durante il periodo successivo alla gestazione.

Disclaimer: l’elenco fornito potrebbe non essere esaustivo.

La depressione, come verrà spiegato più nel dettaglio in seguito, comporta una varietà di sintomi fisici e mentali. I sintomi principali sono sostanzialmente 7:

  1. Stanchezza cronica e affaticamento;
  2. Umore basso per la maggior parte del giorno e tristezza;
  3. Mancanza di interesse verso le attività che prima davano piacere;
  4. Mancanza di energie;
  5. Eccessivo bisogno di dormire o difficoltà ad addormentarsi;
  6. Agitazione o rallentamento psicomotorio;
  7. Visione pessimistica della vita.

A ciò, possono aggiungersi aumento o diminuzione dell’appetito (con conseguente variazione ponderale), senso di colpa, difficoltà di concentrazione e pensieri suicidi o di morte.

Disclaimer: le informazioni fornite potrebbero non essere esaustive.

Nonostante la depressione sia una malattia psichiatrica, essa si manifesta anche attraverso sintomi fisici, quali:

  • Mal di testa;
  • Senso di oppressione al petto;
  • Dolore alle articolazioni, agli arti o alla schiena;
  • Problemi digestivi;
  • Stanchezza;
  • Affaticamento;
  • Disturbi del sonno (dormire troppo o troppo poco);
  • Incapacità di stare fermi o seduti;
  • Agitazione motoria;
  • Disturbi dell’alimentazione (mangiare troppo o troppo poco);
  • Contratture muscolari;
  • Nausea;
  • Vertigini;
  • Tachicardia, pressione alta o bassa;
  • Sudorazione alterata;
  • Tremori;
  • Mancanza di energia;
  • Sintomi simil influenzali, come brividi e febbre;
  • Assenza o calo della libido;
  • Perdita o aumento di peso.

Disclaimer: l’elenco dei sintomi fisici della depressione non è necessariamente esaustivo.

I sintomi mentali o psicologici della depressione, invece, possono includere:

  • Difficoltà di concentrazione;
  • Umore fortemente basso;
  • Irritabilità;
  • Problemi di memoria;
  • Pensieri ricorrenti di morte o suicidi;
  • Scarsa autostima;
  • Frustrazione;
  • Stanchezza mentale;
  • Ipocondria;
  • Tristezza;
  • Demotivazione;
  • Scarso interesse verso le attività piacevoli;
  • Tendenza all’isolamento;
  • Stati d’ansia;
  • Nervosismo;
  • Crisi di pianto;
  • Apatia;
  • Disagio;
  • Senso di colpa e di inadeguatezza;
  • Incapacità a prendere le decisioni o a svolgere le attività quotidiane;
  • Sensazione di non avere il contatto con la realtà;
  • Allucinazioni o deliri.

Disclaimer: l’elenco dei sintomi non è da considerarsi esaustivo.

La depressione può manifestarsi con sintomi diversi da uomo a donna. Nella maggior parte dei casi, la popolazione maschile e quella femminile condividono diversi sintomi, ma ve ne sono alcuni particolarmente tipici dell’uomo. Tra questi, è possibile menzionare:

  • Tendenza ad assumere droghe;
  • Bere maggiori quantità di alcol;
  • Evitare le situazioni sociali o familiari;
  • Lavorare in modo ossessivo senza concedersi momenti di pausa;
  • Avere difficoltà ad andare al lavoro o ad assumersi le proprie responsabilità familiari;
  • Volere avere il controllo nella relazione;
  • Diventare aggressivo o maltrattare il partner o i familiari;
  • Adottare comportamenti rischiosi, come giocare d’azzardo o avere rapporti intimi non protetti;
  • Tentare il suicidio;
  • Rifiuto di aiuto;
  • Tendenza a mascherare la depressione;
  • Calo della libido;
  • Incapacità fisica ad avere un rapporto sessuale;
  • Rabbia, frustrazione e irritabilità.

I sintomi della depressione nelle donne possono comprendere:

  • Sensazione di tristezza e malinconia;
  • Cattivo umore ed essere impazienti;
  • Perdere interesse nelle attività che un tempo davano piacere;
  • Calo della libido;
  • Inappetenza;
  • Disturbi del sonno;
  • Disturbi dell’alimentazione;
  • Sensazione di disagio;
  • Stanchezza continua senza una causa apparente;
  • Senso di inferiorità o senso di colpa;
  • Bassa autostima;
  • Crisi di pianto frequenti;
  • Ansia;
  • Irritabilità;
  • Passività fisica;
  • Paura immotivata;
  • Pensieri suicidi (a differenza degli uomini che hanno un tasso più elevato di tentativo di suicidio).

A differenza di ciò che si possa pensare, anche i bambini possono soffrire di depressione. Tale disturbo viene definito “depressione infantile”. I principali sintomi di questa patologia includono:

  • Assenza di curiosità;
  • Lamenti notturni continui;
  • Il bambino si dondola con espressione assente;
  • Ritardi nello sviluppo del linguaggio, della postura o del movimento;
  • Comportamento aggressivo;
  • Incapacità a socializzare;
  • Forti sbalzi d’umore;
  • Problemi con il controllo degli sfinteri;
  • Costante sensazione di tristezza;
  • Irritabilità;
  • Eccessi di rabbia;
  • Perdita di interesse per la scuola o le altre attività;
  • Scarsa capacità di concentrazione;
  • Frequenti crisi di pianto;
  • Alterazioni del sonno o dell’alimentazione;
  • Episodi di violenza e reazioni eccessive;
  • Calo improvviso del gioco;
  • Senso di colpa;
  • Sentirsi responsabili per eventi passati;
  • Apatia;
  • Bassa autostima;
  • Scarsa motivazione;
  • Nostalgia.

È possibile riconoscere i sintomi della depressione attraverso alcuni segnali specifici che fanno pensare ad una possibile comparsa del disturbo. Per esempio:

  • Sentirsi giù di morale;
  • Provare emozioni contrastanti;
  • Non divertirsi più o non nutrire interesse per le attività che prima si amava fare;
  • Sentirsi tristi, irritabili o senza speranza;
  • Perdere o aumentare di peso;
  • Dormire troppo o troppo poco;
  • Scarsa concentrazione;
  • Difficoltà a svolgere anche le attività più semplici;
  • Sentirsi stanchi e privi di energia;
  • Volersi isolare e restare da soli;
  • Sentirsi in colpa e avere la sensazione di non valere niente;
  • Dimenticare le cose;
  • Sentirsi confusi;
  • Muoversi e parlare più lentamente del solito;
  • Agire in modo irrequieto;
  • Non riuscire a stare fermi;
  • Avere pensieri suicidi;
  • Pensare alla morte.

La depressione può essere trattata grazie a diverse tecniche. Si rivela di fondamentale importanza rivolgersi ad un medico o uno specialista, come lo psicologo, ai primi segni di manifestazione del disturbo. Prima si agisce, maggiori saranno le possibilità di buona riuscita senza esiti o conseguenze negative per il paziente.

Il trattamento di elezione in caso di depressione è la terapia cognitivo-comportamentale. Tale tecnica aiuta il soggetto a correggere e modificare tutti quei comportamenti e pensieri negativi, per trasformarli in positivo. Il paziente imparerà anche a comprendere le varie dinamiche sociali che lo rendono depresso e ad affrontarle in modo più sano, gestendole correttamente così che non scatenino episodi depressivi. Anche i gruppi di sostegno possono aiutare ad alzare il tono dell’umore e a spronare l’individuo al contatto sociale. Si ricorda, infatti, che le persone depresse tendono ad isolarsi e a sfuggire dalle attività sociali.

Anche lo sport è un ottimo alleato del buon umore. Inoltre, alcune tecniche di rilassamento possono giovare alla riduzione dei fattori di stress che possono scatenare la depressione. Infine, è possibile ricorrere a rimedi naturali, nel caso in cui la depressione sia in forma lieve, come aroma terapia o infusi di erbe. È bene chiedere sempre consiglio ad un medico prima di intraprendere trattamenti fai da te. Infatti, rivolgendosi ad un esperto, è possibile ottenere la diagnosi corretta e la terapia più adeguata. In caso di depressione grave, lo psichiatra può prescrivere una cura farmacologica con antidepressivi e quant’altro.

È bene ricordare che la volontà di guarire è la componente che può davvero fare la differenza durante il processo di guarigione. Solo quando il paziente avrà abbandonato l’idea di rifiuto e avrà mostrato la volontà di uscire dalla depressione riuscirà a fare dei passi avanti.

FAQs

Un metodo unico

Un sistema collaudato ed efficace per individuare le vere cause di qualsiasi squilibrio.
1 - UN CLIENTE PER VOLTA
2 - PRIVACY & DISCREZIONE
3 - CHECK-UP APPROFONDITO
4 - PROGRAMMA PERSONALIZZATO, PER TRATTARE OGNI DISTURBO ALLA RADICE
5 - RISTRUTTURAZIONE BIOCHIMICA
6 - APPROCCIO OLISTICO
7 – TERAPIE ALL’AVANGUARDIA
8 - UN CONSULENTE SEMPRE A DISPOSIZIONE
9 - STRUTTURA DI LUSSO PRIVATA
10 - CHEF PERSONALE E PIANO ALIMENTARE

APPROCCIO DUREVOLE

0 Prima

Invia richiesta di ammissione

0 Prima

Definire gli obiettivi del trattamento

1 settimana

Comprehensive Assessments & Detox

1-4 settimana

Fisico in corso e Terapia mentale

4 settimana

Family Therapy

5-8 settimana

Dopo cura

12+ settimana

Visita di aggiornamento

Accreditamenti e media