7 Minuti

Modificato e recensito clinicamente da THE BALANCE Squadra
Fatto verificato

I disturbi del sonno sono tra le cause di maggiore stress e possono portare a tutta una serie di ulteriori disturbi che, nel lungo periodo, rischiano di far affiorare delle malattie anche piuttosto gravi dalle quali si farà molta fatica a guarire e che richiedono comunque dei lunghi periodi di terapia.

Il dormire male e le difficoltà ad addormentarsi non sono affatto salutari e possono colpire chiunque in qualsiasi momento della propria vita. La narcolessia colpisce già i bambini più piccoli, ma le malattie del sonno interessano anche gli adolescenti, gli adulti e naturalmente le persone anziane.

Si deve comunque considerare che i problemi di sonno possono svanire se seguiti con la dovuta cura e attenzione anche da parte di chi si occupa in maniera professionale di questi disturbi. Ci sono diverse tecniche che potreste naturalmente provare anche da soli, almeno per tornare a dormire nel periodo immediato, ma per quanto riguarda il lungo periodo, sarebbe comunque bene cercare di trovare una strada più efficace e che possa durare senza ricorrere possibilmente a farmaci anche troppo forti che portano delle conseguenze non sempre piacevoli per il proprio organismo.

Tra le cause più comuni dei disturbi del sonno ci sono naturalmente tutta una serie di situazioni psicologiche che, bene o male, tutti noi siamo tenuti a dover affrontare nella nostra vita. Al primo posto possiamo sicuramente inserire le preoccupazioni di varia natura. Quando ci si corica nel letto e il cervello, in un momento di potenziale assenza di altre faccende di cui doversi occupare, finisce a pensare a tutta una serie di preoccupazioni, che possono riguardare la propria salute o quella di un famigliare, dei debiti appena contratti o una problematica sul luogo di lavoro, state pur certi che non riuscirete a chiudere occhio.

Lo stress accumulato durante il giorno è anche una potenziale causa di insonnia, soprattutto se si va a letto, pensando di dover essere celeri nel doversi addormentare, poiché l’indomani rischia di essere una giornata altrettanto complicata.

Anche la cattiva alimentazione può giocare un ruolo fondamentale. Se ci si è letteralmente abbuffati durante una cena con amici o se al pranzo di Natale o di Pasqua si ha esagerato, c’è la più che concreta possibilità di non ottenere un riposo abbastanza soddisfacente la sera, quando si decide di andare a dormire. Anche perché l’avrete deciso voi, ma il vostro stomaco, in combutta con il vostro cervello, ha probabilmente dei piani molto differenti.

Un disturbo fisico, causato magari da un’attività sportiva eccessiva e faticosa, potrebbe essere un motivo più che sufficiente per non godere del meritato riposo, magari perché non riuscirete ad assumere la posizione più comoda, che usate solitamente, e perché girandosi all’interno del letto, rischiate di essere svegliati da un ulteriore piccolo trauma, quando si preme sulla ferita o sulla contusione.

L’ultima delle cause che potremmo annoverare come causa del cattivo riposo è sicuramente l’eccesso di caffeina, assunto durante la giornata e magari proprio in prossimità dell’ora del riposo. Se proprio non potete fare a meno dell’aroma di un buon caffè, vi consigliamo di ricorrere al decaffeinato, che negli anni ha saputo ricreare lo stesso identico sapore del caffè classico.

Quali sono i disturbi del sonno e i sintomi lo abbiamo detto. Ora cerchiamo di capire se vi è qualche possibilità di trovare un rimedio efficace, affinché si possa tornare a condurre una vita serena, priva della mancanza di riposo e in grado di farvi finalmente tornare il sorriso e di far sparire anche quelle fastidiose borse sotto gli occhi che si sono formate nell’ultimo periodo.

Ricorrere a qualche rimedio naturale potrebbe essere un buon inizio. In particolar modo se avete dovuto affrontare una cena a più portate che vi potrebbe mettere in difficoltà, una volta che avrete poggiato la vostra testa sul cuscino. Una tisana digestiva, da bere calda, prima di dormire è sicuramente una buona abitudine, ma potrebbe comunque non essere sufficiente allo scopo.

A volte, anche una mancanza di magnesio potrebbe essere la causa per una notte di sonno inquieta e quindi assumerne una dose giornaliera, attraverso un integratore, è sicuramente un valido aiuto che vi potrà mettere al riparo da questa eventualità.

Non sottovalutate mai l’importanza di un po’ di esercizio fisico. Non dovrete esagerare naturalmente, ma muoversi durante il giorno, anche solo attraverso una passeggiata, potrebbe fare una notevole differenza la notte. Se per qualche motivo di lavoro siete costretti a stare seduti per parecchie ore, cercate di fare delle piccole pause e passeggiate un po’ per l’ufficio, farete in modo di riattivare una corretta circolazione e questo avrà giovamento certo sul vostro organismo.

Un’altra tattica vincente è sicuramente quella di allontanare qualsiasi tipo di pensiero negativo prima di andare a dormire. Un po’ di respirazione e meditazione non può che far bene, così come sarebbe meglio spegnere il telefono cellulare, la televisione, il computer e qualsiasi altro dispositivo, almeno mezz’ora, se non un’ora, prima della fase di riposo.

Se siete dei fumatori, dovreste cercare di evitare di andare a dormire subito dopo aver fumato. In alternativa si consiglia la lettura di qualche pagina di un buon libro e bisogna prestare particolare attenzione al fatto che la stanza destinata al riposo sia sufficientemente buia e che non sia troppo calda.

disturbi del sonno neurologia

La malattia del sonno in senso stretto, ovvero quella causata dalla mosca tse-tse non è particolarmente presente né tanto meno diffusa in Italia. Questo tipo di malattia, molto particolare, tende a diffondersi nel territorio africano e può effettivamente essere contratta, quando si viaggia e si soggiorna presso questi territori.

Per quanto riguarda invece i disturbi legati al sonno, anche nel territorio italiano si è registrato un aumento significativo, dato che nuove preoccupazioni legate anche alla recente pandemia e la situazione che ha visto milioni di persone stare chiuse all’interno della propria casa, lasciando tutti nella condizione di non sapere cosa ne sarebbe stato del proprio futuro, ha esacerbato di certo la situazione.

Anche il crescente stress di tipo lavorativo e i molti impegni che tutte le famiglie devono affrontare quotidianamente tendono a far aumentare i casi, che negli ultimi anni hanno appunto avuto un’impennata notevole.

Decidere di affidarsi ad una cosiddetta clinica del sonno potrebbe essere un’idea davvero vincente, poiché all’interno di una struttura che sia in grado non solo di monitorare le diverse fasi del sonno che affrontate durante le notti, ma potrà anche capire come agire in maniera efficace a seconda della problematica che vi affligge.

Il primo passo per risolvere il problema è certamente quello di capire contro quale disturbo bisogna lottare e questo tipo di diagnosi non può essere fatta in alcun modo, se non attraverso delle strumentazioni all’avanguardia che siano in grado di tenere d’occhio tutto ciò che accade mentre dormite.

Potreste, per esempio, scoprire di soffrire di apnee notturne, una condizione che interrompe il vostro respiro durante il sonno e che vi porta a bruschi risvegli, spesso inconsci, che nel lungo periodo possono creare problemi anche molto seri alla vostra salute.

Se anche solo sospettate di essere soggetti che tendono a soffrire di un qualsiasi disturbo del sonno, sarebbe meglio agire in fretta, prima che vi sentiate eccessivamente affaticati e che la routine quotidiana diventi un incubo da affrontare, piuttosto che un piacere da vivere e godere. Non lasciate nulla al caso e non affidatevi solamente ai farmaci, che magari nel breve periodo possono anche darvi sollievo e avere un riscontro positivo, pur che siano consigliati e prescritti da un medico, ma nel lungo periodo potrebbero anche portare a differenti problematiche e risolvere un problema, per poi causarne un altro dal quale sarà magari anche più difficile liberarsi.

Per qualsiasi dubbio o necessità potreste, ad esempio, rivolgervi al Luxury Rehab di Mallorca in Spagna. Un luogo di riposo e di cura che si trova in una delle più spettacolari località di questa terra. Qui, seguiti da personale competente e professionale, avrete modo di essere seguiti e curati in modo adeguato per poter rientrare quanto prima in una routine di normalità, come diretta conseguenza di una riconquista del giusto riposo.

Avrete modo non solo di chiarire qualsiasi dei vostri dubbi, ma potrete anche trovare il sostegno psicologico da parte di chi sa cosa state passando e che potrà quindi darvi i consigli giusti per affrontare questo fastidioso disturbo.

FAQs

Un metodo unico

Un sistema collaudato ed efficace per individuare le vere cause di qualsiasi squilibrio.
1 - UN CLIENTE PER VOLTA
2 - PRIVACY & DISCREZIONE
3 - CHECK-UP APPROFONDITO
4 - PROGRAMMA PERSONALIZZATO, PER TRATTARE OGNI DISTURBO ALLA RADICE
5 - RISTRUTTURAZIONE BIOCHIMICA
6 - APPROCCIO OLISTICO
7 – TERAPIE ALL’AVANGUARDIA
8 - UN CONSULENTE SEMPRE A DISPOSIZIONE
9 - STRUTTURA DI LUSSO PRIVATA
10 - CHEF PERSONALE E PIANO ALIMENTARE

APPROCCIO DUREVOLE

0 Prima

Invia richiesta di ammissione

0 Prima

Definire gli obiettivi del trattamento

1 settimana

Comprehensive Assessments & Detox

1-4 settimana

Fisico in corso e Terapia mentale

4 settimana

Family Therapy

5-8 settimana

Dopo cura

12+ settimana

Visita di aggiornamento

Accreditamenti e media

 
AMF
British Psychology Society
PsychologyToday
COMIB
COPAO
EMDR
EPA
FMH
ifaf
institute de terapie neural
MEG
NeuroCademy
NeuroCare
OGVT
pro mesotherapie
Psychreg
red GDPS
WPA
SFGU
SEMES
SMGP
Somatic Experience
ssaamp
TAA
SSP
DeluxeMallorca
BusinessInsider
ProSieben
Sat1
Focus
Taff
TechTimes
HighLife
Views
abcMallorca
LuxuryLife