10 Minuti

Modificato e recensito clinicamente da THE BALANCE Squadra
Fatto verificato

Insicurezza, vittimismo e vulnerabilità sono caratteristiche che contraddistinguono un soggetto affetto da narcisismo covert. A differenza del classico narcisista (overt), quello covert è molto introverso, timido e ansioso. Nonostante si distinguano per il tipo di personalità, attuano gli stessi atteggiamenti manipolatori al fine di raggiungere i propri scopi e sentirsi superiori, seppure il narcisista covert lo faccia in maniera velata e nascosta.

Dietro a questo soggetto, vi è una persona tormentata, che vive costantemente un profondo senso di vuoto, generato probabilmente da carenze affettive durante l’infanzia, e che fa del suo passato doloroso una tecnica per manipolare le persone e creare dipendenza affettiva. Questi comportamenti lo portano alla mancata instaurazione di relazioni sane e a condurre una vita di continue sofferenze. Tuttavia, un narcisista può guarire grazie all’aiuto di un percorso psicoterapico, volto ad indagare le dinamiche e i fattori scatenanti, al fine di correggere i pensieri disfunzionali e ottenere un’immagine di sé più coerente con la realtà.

Il narcisismo covert è un disturbo di personalità. Il soggetto che ne è affetto si mostra come una vittima, che sfrutta il suo trascorso doloroso per manipolare gli altri e instaurare rapporti esclusivamente utilitaristi. Parlare di quanto sia stato sfortunato o di quanto abbia sofferto nella vita è il suo biglietto da visita. In questo modo riesce ad attirare le persone e a fargli fare ciò che vuole. Il narcisista covert è ansioso e insicuro, motivo per cui non riesce a realizzarsi personalmente e professionalmente. Apparentemente disinteressato al successo, coltiva fantasie segrete di fama, potere e gloria. Spesso, i soggetti che soffrono di narcisismo covert si presentano come persone molto intelligenti, ma solitarie ed introverse, dall’incredibile sensibilità emotiva. Purtroppo, si tratta solo di una maschera, in quanto sono incapaci di provare empatia per gli altri.

Anche se non è facile stanare questo tipo di narcisismo, esistono alcune caratteristiche che contraddistinguono il narcisista patologico covert. Esse comprendono:

  • Si mostra timido e vulnerabile: sostanzialmente utilizza il vittimismo per avere ritorni personali. Sfrutta la sua sfortuna e i suoi difetti per ricevere un trattamento di favore da parte degli altri.
  • Crede di essere speciale: si sente unico e solo per pochi. Per questo, crea una sorta di “cerchia” in cui possono entrare solo persone speciali e appositamente selezionate da lui. Tutti gli altri vengono completamente ignorati, come se non esistessero. Ha, quindi, difficoltà nelle relazioni interpersonali. Anche quando le stringe, lo fa solo per il proprio vantaggio personale. Essendo opportunista e calcolatore, nella maggior parte dei casi, stringe relazioni solo per profitto economico.
  • Vuole ricevere costante ammirazione: anche se si nasconde dietro la sua maschera da timido, introverso e ansioso, pretende ammirazione dagli altri. Ovviamente, lo fa in modo non palese, ma velato. Se non la ottiene, adotta un comportamento passivo-aggressivo e, molto probabilmente, si vendicherà.
  • Si sente privilegiato e vuole essere soddisfatto: il soggetto covert si aspetta che gli altri facciano quello che vuole lui, che lo assecondino e che soddisfino ogni suo desiderio. Spesso, utilizza la tecnica del silenzio per manipolare il proprio partner, tenerlo nella sua morsa e indurlo a fare ciò che vuole lui.
  • Svaluta il proprio partner: se si sente minacciato dal successo del partner tende a minargli l’autostima. Il soggetto covert, avendo gravi mancanze di autostima, cerca un partner solo per soddisfare il suo bisogno di superiorità.
  • Sfrutta gli altri per scopi personali: data la sua apparente vulnerabilità, le persone a lui vicine tendono a volerlo aiutare a tutti i costi. In realtà, si tratta di una tecnica di manipolazione per ottenere ciò che vuole sfruttando gli altri.
  • Manca di empatia: richiede empatia per sé stesso, ma è incapace di provarla per le altre persone. Per evitare che gli altri si accorgano di questa sua mancanza, fa spesso la vittima. Inoltre, quando viene danneggiato, non concede nessuna grazia, ma taglia completamente la comunicazione e cancella il soggetto in questione dalla propria vita.
  • È invidioso: fa di tutto per nascondere la propria gelosia, ma nel profondo è un soggetto fortemente invidioso delle altre persone.
  • È arrogante e altezzoso, ma non con tutti: utilizza questo atteggiamento solo con gli individui che reputa “inferiori” a lui. In tutte le altre occasioni, il suo senso di superiorità viene nascosto o mascherato.

Disclaimer: l’elenco proposto potrebbe non essere esaustivo.

Il disturbo narcisistico di personalità vede 2 tipi diversi di narcisista: overt, ossia il soggetto che attua un comportamento narcisistico palese, e covert, ossia il narcisista che ha questi comportamenti, ma in forma velata e nascosta.

Il narcisista overt è quello più conosciuto e facilmente riconoscibile, in quanto non nasconde il proprio essere. Infatti, manifesta il suo egoismo e la sua vanità in modo evidente. Ha manie di superiorità, grandiosità e non accetta le critiche costruttive. È una persona con un forte carisma, un fascino irresistibile e una forte sicurezza. Ama essere sempre al centro dell’attenzione, è un abilissimo manipolatore e un grande seduttore. Inoltre, si contraddistingue per una spiccata mancanza di empatia. Infatti, nelle relazioni, presta poca attenzione ai bisogni dell’altro e non gli importa che il partner soffra a causa sua.

Il narcisista covert è una persona che ama fortemente sé stesso, è capace di sfruttare gli altri per trarre benefici personali e che crea dipendenza affettiva con il partner. Nonostante queste siano caratteristiche comuni tra questi due tipi di narcisisti, vi sono delle differenze fondamentali. Il soggetto covert, infatti, adotta tali comportamenti in modo timido e dismesso, mascherandoli dietro insicurezza e idealismo. Si nasconde dietro comportamenti ansiosi e auto-svalutanti. All’apparenza, infatti, è una persona molto introversa. Rendendosi così vulnerabile agli occhi delle sue vittime, è in grado di manipolarle, soprattutto se si tratta di persone molto empatiche, in quanto cercheranno di fare di tutto pur di aiutarlo.

Come già accennato, il soggetto affetto da narcisismo covert ha grandi difficoltà ad instaurare rapporti sani e duraturi con le altre persone, a maggior ragione se si tratta di una relazione sentimentale. Il narcisista covert non ama il proprio partner per la persona che è realmente, ma si infatua di essa per l’idea che ha di quella persona nella sua testa. Quando qualcosa rovina questa sua immagine, iniziano i primi problemi di coppia e qui esce la sua vera natura.

Il partner diventa lo strumento o il mezzo attraverso cui può raggiungere i suoi scopi personali. Spesso, utilizza un comportamento passivo-aggressivo dovuto alle sue insicurezze e al fatto che non è in grado di reggere il confronto in maniera sana. Quando il suo senso di superiorità viene minacciato dal successo del partner, manifesta invidia che sfocia, poi, in desiderio di distruzione. Qui attua una serie di comportamenti manipolatori che minano la fiducia e la sicurezza del partner e che mirano alla svalutazione dello stesso. Nelle relazioni amorose, il narcisista covert è molto sensibile, ma solo verso sé stesso. Tutto è centrato su di lui, sui suoi bisogni e sui suoi problemi. Per questo, spesso, fa sentire in colpa il proprio partner anche per una piccola mancanza.

Questo tipo di narcisista tende a scegliere un partner migliore di lui, che gli permetta di fare bella figura con gli altri. Il motivo risiede nella sua scarsa autostima e sicurezza e nel suo bisogno di attenzioni e di essere accudito. Tuttavia, quando si sente troppo dipendente dal partner, sente la necessità di ristabilire l’ordine nella coppia. Oppure, se sta con una persona molto più bella di lui, inizierà a criticarla, facendola sentire brutta e insicura, rendendola gelosa come lo è lui. O ancora, se il partner ha più successo di lui nel lavoro, tenderà a sminuire i suoi successi, non mostrerà supporto o partecipazione e non gli attribuirà i meriti della sua carriera. Tutto è volto ad affermare il suo senso di superiorità.

Per quanto riguarda l’intimità, il narcisista covert è poco interessato al sesso, in quanto spesso presenta problemi sessuali, come eiaculazione precoce e assenza di desiderio. Quando si concede al partner, lo fa come se gli stesse facendo un favore. Sostanzialmente, fatica a lasciarsi andare e teme la perdita di controllo che l’atto sessuale richiede.

Avere una relazione con un narcisista patologico covert può compromettere la propria salute mentale. Questo tipo di rapporto, palesemente tossico e distruttivo, drena lentamente tutte le energie vitali del partner. Ecco alcune delle conseguenze di una relazione con un narcisista covert:

  • Essere contagiati dal cattivo umore e dal pessimismo cosmico;
  • Sentirsi in colpa;
  • Sentirsi insicuri e dubitare di sé stessi;
  • Perdere la fiducia in sé stessi;
  • Sentirsi poco valorizzati;
  • Sentirsi presi in giro;
  • Provare forte disagio;
  • Sentirsi poco considerati;
  • Perdita di autostima;
  • Non sentirsi mai abbastanza.

Disclaimer: l’elenco proposto non è da considerarsi necessariamente esaustivo.

Difficilmente il partner riuscirà a cambiare o migliorare un soggetto che soffre di disturbo narcisistico di personalità covert. Infatti, trattandosi di una vera e propria patologia, è necessario affrontare un percorso terapeutico, che può essere sia singolo che di coppia. Questo trattamento aiuterà sia la vittima a recuperare la propria autostima, sicurezza e fiducia in sé stessa, sia il narcisista ad ottenere un’immagine più equilibrata di sé. Non solo, lo porterà a cambiare la sua visione riguardo le relazioni interpersonali, facendo emergere le dinamiche interiori più profonde che l’hanno condotto a quel punto.

Se il narcisista non volesse affrontare un percorso terapeutico, è necessario allontanarsi da esso per salvaguardare la propria salute psichica. Lasciarlo non sarà semplice, in quanto sappiamo essere un abile manipolatore. Va ricordato, poi, che i narcisisti tornano quasi sempre. Ma non lo fanno per amore, bensì per vendetta: non vuole lasciare l’ultima parola al partner, ma al contrario è lui che deve averla. Per tale motivo, è ancora più importante riuscire a non cadere nella sua trappola. Ritornare col narcisista covert porterà solo altro dolore e sofferenza.

È possibile riconoscere un narcisista covert attraverso alcuni campanelli d’allarme che dovrebbero subito farti rizzare le antenne. Questi non si mostreranno subito, ma con il tempo, in quanto all’inizio il narcisista sarà molto romantico e ti riempirà di attenzioni.

Tra questi comportamenti, ricordiamo:

  • Ti fa sentire confuso;
  • Senti che c’è squilibrio tra ciò che dai e ciò che ricevi;
  • Ti prende in giro e ti dice bugie;
  • Non mantiene le sue promesse;
  • Senti che questa persona non potrà mai darti ciò che vuoi;
  • Ti dice frasi cattive;
  • Non tiene in considerazione i tuoi sentimenti;
  • Hai l’impressione che con gli altri si comporti diversamente rispetto a quando è con te;
  • Sei tu che tieni in piedi la relazione;
  • Ti manca di rispetto;
  • Ti fa sentire poco valorizzato;
  • Non ti chiede mai scusa;
  • Non mostra gratitudine;
  • È gentile e premuroso solo quando gli serve qualcosa;
  • Non riesci ad avere un confronto maturo con lui;
  • Ti incolpa per i suoi comportamenti;
  • Cerca di isolarti dalla tua famiglia e dai tuoi amici;
  • Ti critica e ti dice che non sei abbastanza per “qualcosa”;
  • Non si assume le sue responsabilità e scarica sempre le colpe sugli altri;
  • Usa la tattica del silenzio per manipolarti;
  • Le sue parole non coincidono con i fatti.

Disclaimer: l’elenco fornito potrebbe non essere esaustivo.

Il disturbo narcisistico di personalità covert si cura con la psicoterapia. Lo psicoterapeuta può scegliere l’approccio che ritiene più opportuno per trattare la problematica del paziente. Alcune tecniche molto comuni ed efficaci includono:

  • Terapia cognitivo-comportamentale: identifica i pensieri disfunzionali e li trasforma in altri più sani e funzionali, correggendo tutte quelle distorsioni tipiche del disturbo narcisistico. Tale ristrutturazione di pensiero aiuta il soggetto a creare un’immagine di sé più coerente con la realtà.
  • Terapia psicoanalitica: mira a comprendere la ferita narcisistica e i fattori inconsapevoli che hanno condotto a tali comportamenti. Una volta che il paziente ha preso consapevolezza di ciò che è inespresso, si passa a lavorare sul disturbo in sé.

Disclaimer: le informazioni fornite potrebbero non essere esaustive.

FAQs

Un metodo unico

Un sistema collaudato ed efficace per individuare le vere cause di qualsiasi squilibrio.
1 - UN CLIENTE PER VOLTA
2 - PRIVACY & DISCREZIONE
3 - CHECK-UP APPROFONDITO
4 - PROGRAMMA PERSONALIZZATO, PER TRATTARE OGNI DISTURBO ALLA RADICE
5 - RISTRUTTURAZIONE BIOCHIMICA
6 - APPROCCIO OLISTICO
7 – TERAPIE ALL’AVANGUARDIA
8 - UN CONSULENTE SEMPRE A DISPOSIZIONE
9 - STRUTTURA DI LUSSO PRIVATA
10 - CHEF PERSONALE E PIANO ALIMENTARE

APPROCCIO DUREVOLE

0 Prima

Invia richiesta di ammissione

0 Prima

Definire gli obiettivi del trattamento

1 settimana

Comprehensive Assessments & Detox

1-4 settimana

Fisico in corso e Terapia mentale

4 settimana

Family Therapy

5-8 settimana

Dopo cura

12+ settimana

Visita di aggiornamento

Accreditamenti e media

 
AMF
British Psychology Society
PsychologyToday
COMIB
COPAO
EMDR
EPA
FMH
ifaf
institute de terapie neural
MEG
NeuroCademy
NeuroCare
OGVT
pro mesotherapie
Psychreg
red GDPS
WPA
SFGU
SEMES
SMGP
Somatic Experience
ssaamp
TAA
SSP
DeluxeMallorca
BusinessInsider
ProSieben
Sat1
Focus
Taff
TechTimes
HighLife
Views
abcMallorca
LuxuryLife