7 Minuti

Modificato e recensito clinicamente da THE BALANCE Squadra
Fatto verificato

Avere paura delle malattie è molto più frequente di quanto ci si possa immaginare. La conoscenza a portata di mano di tutti, attraverso il web, ci mette talvolta in una situazione di paradosso, dato che sarebbe meglio rimanere in uno stato di ignoranza, piuttosto che essere iper-connessi e pronti a sviscerare qualsiasi informazione, presa poi chissà dove, per fare delle auto-diagnosi che non portano proprio da nessuna parte, ma che anzi, aggiungono la paura di avere malattie, anche piuttosto serie, quando invece non è assolutamente così.

È bene ricordarsi che ci sono dei professionisti che saranno ben disposti a visitarvi, anche gratuitamente, per poter capire se davvero si soffre di una determinata malattia o se invece non vi siano solo delle condizioni di eccessiva preoccupazione e talvolta di paranoia che vi mettono nella condizione di credere di essere malati, quando invece non è assolutamente così.

Fare il punto della situazione assieme ad una persona esterna, a voi particolarmente cara, potrebbe essere un momento di riflessione interessante che, se vi fidate ciecamente, potrebbe farvi aprire gli occhi sul periodo che state vivendo e sulla problematica che state affrontando.

Non sempre è possibile affrontare da soli i problemi e soprattutto quello della paura delle malattie. Confidarsi con qualcuno, può risultare essere l’arma vincente adatta per superare questa fase difficile.

La fobia delle malattie è del tutto irrazionale e può spaventare davvero molto, soprattutto durante quei momenti in cui, magari, si sente di qualche persona vicina che è morta o si è ammalata di un brutto male. Quasi in automatico scatta un meccanismo nel cervello che vi farà domandare se non sia possibile che anche voi soffriate della stessa malattia e se essa vi condurrà alla morte in tempi anche piuttosto brevi. 

La paura di ammalarsi è naturale e tutti quanti vorremmo sempre condurre una vita sana e priva di preoccupazioni. Non sempre ciò è possibile e non stiamo dicendo affatto che non vi siano malattie che possano colpirvi, ma solo che magari non siete voi le persone più adatte a poter diagnosticare se effettivamente la malattia vi ha colpito.

Uno dei consigli migliori da poter dare a chi ha paura delle malattie e di morire è quello di fare un check-up annuale presso una struttura ospedaliera specializzata, ricorrere alle analisi del sangue ogni due o tre mesi e condurre una vita sana, priva di alcol, fumo, cibo eccessivamente grasso, ecc. Chiaramente, tutto ciò potrebbe anche non bastare, essendoci così tanti fattori in gioco, ma partire con il piede giusto per allontanare la paura delle malattie è sicuramente consigliabile e nemmeno troppo difficile da praticare.

Una condizione di fragilità accompagna solitamente chi dice: “Ho paura delle malattie e non so più come fare!”. Non bisogna mai schernire una persona che ha paura delle malattie, dato che potremmo trovarci di fronte a chi ha subito un lutto di recente e non ha modo di riuscire a controllarsi e a vivere la situazione in maniera critica e ragionevole. La perdita di un compagno di vita a causa di una brutta malattia, farà senz’altro scattare un campanello d’allarme per cercare di prevenire a tutti i costi il brutto male sia nei propri confronti, ma a volte anche verso le persone che stanno accanto a questo soggetto.

Non è infatti inusuale che le persone che hanno paura delle malattie, riversino il loro terrore anche nei confronti di figli, amici e affetti molto cari. Purtroppo, un’eccessiva fase di tutela, potrebbe non solo farli apparire come strani, eccessivi e malati, ma in un altro senso, bensì rischia pure di ottenere l’effetto opposto. Una persona che si sente messa sotto pressione da un parente o un amico che insiste eccessivamente nel volergli far fare determinati controlli, potrebbe appunto far rinunciare questa persona, dato che riconosce come eccessivo il comportamento di chi lo invita a non sottovalutare la malattia.

C’è un nome per questo tipo di persone che pensano costantemente di essere malati: ipocondriaci. L’ipocondria o l’ansia da malattia è appunto una condizione clinica che conduce le persone a credere fermamente di avere qualcosa che non va e di essere state colpite da una o anche più malattie che inevitabilmente condurranno alla morte. Il pensiero costante di questa condizione va al di là della pura e semplice paura di un brutto male, si trasforma giorno dopo giorno in una condizione psicologica distruttiva che non permetterà al soggetto di vedere la realtà per quella che è davvero, ma continuerà a vivere, convinto del fatto che una malattia grave l’ha colpito e lo sta facendo morire.

La base di partenza, quando si ha a che fare con questo tipo di persone è certamente quella di non sottovalutare e sminuire la sua condizione, né in sua presenza né tantomeno in sua assenza. Bisogna cercare in qualche modo di rassicurare la persona, senza eccedere naturalmente, dato che la presenza di una malattia potrebbe anche esserci e non bisogna quindi fare il gioco contrario di suggerire di non farsi assolutamente visitare dal personale medico qualificato.

Ci si deve per forza di cose armare di una buona dose di pazienza, dato che il nucleo di qualsiasi discorso ruoterà principalmente attorno alla malattia o alle malattie che il soggetto pensa di avere. Un buon modo di affrontare la cosa è certamente quello di rendere la persona responsabile e suggerire qualche visita specialistica per arrivare alla base del problema. Insomma, affrontare tutto in maniera razionale è il miglior consiglio che potreste dare.

Non cercate mai di sostituirvi ad un dottore o un professionista del settore e cercate anche di non fomentare la sua paura e di assecondare qualsiasi cosa dica. Se non siete convinti di una cosa, è bene esplicitare il vostro dubbio, ma sempre in maniera pacata e senza attaccare direttamente l’ipocondriaco.

Vi sono naturalmente diversi limiti con i quali dovranno fare i conti le persone ipocondriache. Tra questi, ad esempio, la paura di viaggiare, un po’ perché i mezzi non sono sicuri (a suo modo di vedere) e quindi potrebbe succedere chissà quale disastro e un po’ perché si tende anche ad evitare il contatto con le altre persone, perché si ha la paura che esse possano diffondere virus e malattie se si viene in contatto con loro.

Al di là dei limiti che possono essere incontrati per tutte quelle attività sociali e piacevoli, quindi anche le uscite a cena, al bar, le passeggiate in un centro cittadino, ecc. chi ha paura delle malattie rischia seriamente di non uscire proprio più di casa e mandare magari all’aria una brillante carriera e anche una relazione affettiva con una persona cara, la quale però potrebbe non riuscire a comprendere fino in fondo le motivazioni di tale abbandono o non avere gli strumenti adeguati per poter essere effettivamente d’aiuto.

L’ipocondriaco rischia quindi di spegnersi lentamente e di scomparire del tutto dalla società, che, troppo occupata a fare altro, a sua volta si dimenticherà dell’ipocondriaco. Proprio per questo motivo non bisogna lasciare sole queste persone e, al contrario, bisogna cercare di dare loro supporto e aiuto, al fine di riuscire a farli guarire e a farli tornare a vivere una vita vera e priva di eccessive preoccupazioni.

L’importanza di trovare quindi qualcuno che possa affrontare questa problematica in modo serio, rapido ed efficace è di cruciale importanza. Non avendo i mezzi per poter aiutare direttamente la persona ipocondriaca, ci si può rivolgere ad un professionista o ad un gruppo di esperti capaci di trattare questa condizione patologica, affinché il soggetto in questione possa tornare a vivere una vita dignitosa.

Proprio per questo motivo, il Luxury Rehab di Mallorca in Spagna si propone come la soluzione giusta, avendo la possibilità di offrire una struttura che ha dimora in uno dei paesaggi più belli del nostro pianeta, di vantare un team di esperti, pronti a tutto per far guarire i propri pazienti e per la formula di intervento, che prevede che solo un paziente alla volta venga accolto presso la struttura, in modo da potersi dedicare anima e corpo per tutte le sue esigenze.

Per chiunque abbia il desiderio di intraprendere un percorso di cura e migliorare le proprie condizioni di vita, siamo certi che troverà tutta la pace necessaria, affinché il processo di guarigione di concretizzi in maniera totale, per vivere una vera e propria rinascita.

FAQs

Un metodo unico

Un sistema collaudato ed efficace per individuare le vere cause di qualsiasi squilibrio.
1 - UN CLIENTE PER VOLTA
2 - PRIVACY & DISCREZIONE
3 - CHECK-UP APPROFONDITO
4 - PROGRAMMA PERSONALIZZATO, PER TRATTARE OGNI DISTURBO ALLA RADICE
5 - RISTRUTTURAZIONE BIOCHIMICA
6 - APPROCCIO OLISTICO
7 – TERAPIE ALL’AVANGUARDIA
8 - UN CONSULENTE SEMPRE A DISPOSIZIONE
9 - STRUTTURA DI LUSSO PRIVATA
10 - CHEF PERSONALE E PIANO ALIMENTARE

APPROCCIO DUREVOLE

0 Prima

Invia richiesta di ammissione

0 Prima

Definire gli obiettivi del trattamento

1 settimana

Comprehensive Assessments & Detox

1-4 settimana

Fisico in corso e Terapia mentale

4 settimana

Family Therapy

5-8 settimana

Dopo cura

12+ settimana

Visita di aggiornamento

Accreditamenti e media