7 Minuti

Modificato e recensito clinicamente da THE BALANCE Squadra
Fatto verificato

Chi ha avuto modo di avere a che fare con una persona cara che ha sofferto o che soffre di questo disturbo, si sarà sicuramente chiesta come curare il bipolarismo. Bisogna iniziare col dire che una cura per questa malattia esiste, ma non deve mai essere improvvisata, sottovalutata o gestita in maniera non ottimale.

Quello che va invece ricordato è che il modo su come uscire dalla depressione bipolare è a misura d’esperto e vi sarà quindi dato libero accesso alla cura, solo se si riusciranno a seguire tutte le istruzioni e le terapie del medico curante, senza fare di testa propria o senza cercare di strafare, nella presunta convinzione di essere in grado di poter fare qualunque cosa, anche da soli.

Il percorso che porta alla cura della persona bipolare non sarà affatto facile e nemmeno tanto breve, ma i risultati potranno essere apprezzati anche dopo un tempo non eccessivamente lungo, ma molto dipenderà da situazione a situazione.

Non è facile fare una stima precisa per quanto riguarda il recupero completo dal disturbo bipolare. Nella migliore delle ipotesi, attraverso una terapia efficace e l’intervento di un team di esperti, potrebbero volerci alcune settimane, mentre in una ipotesi ben più realistica e anche piuttosto frequente, l’intervento richiede mesi, se non addirittura anni.

Certamente si potranno notare dei piccoli miglioramenti con l’andare del tempo e sì, anche dopo alcune settimane, forse ci saranno delle condizioni tali da far ben sperare sia il paziente che le persone che gli stanno attorno, ma da qui a pensare che bastino un paio di settimane per guarire completamente, non è sicuramente né realistico né fattibile.

Bisogna anche partire dal presupposto che il medico curante che sceglierà la terapia, non necessariamente farmacologica, avrà necessità di conoscere il paziente. Capire quali siano quindi i suoi punti di forza e quelli invece di debolezza richiede del tempo.

Solo in seguito ad una profonda conoscenza del paziente si potrà agire in modo nettamente più specifico e questo significa effettivamente lavorare direttamente sul paziente e rendere la sua vita sicuramente migliore.

Non esistendo una cura comune a tutti, non si può determinare con estrema esattezza i tempi di cura. Si potrà invece fare una stima realistica, solo una volta considerati tutta una serie di fattori, tra i quali ovviamente anche l’impegno e la costanza che uno stesso paziente andrà a mettere nel percorso verso la guarigione.

Ci sono degli indicatori ai quali è meglio prestare attenzione per capire se ci si trova ad avere a che fare con una persona bipolare oppure no. Un primissimo campanello d’allarme è dovuto al fatto che il soggetto con il quale vi rapporterete avrà un’autostima che di punto in bianco aumenterà fino a raggiungere dei picchi davvero preoccupanti. Noterete di certo questo fattore in persone che magari non hanno mai brillato per eccessiva sicurezza in loro stessi e che quindi appariranno ai vostri occhi in modo certamente molto strano, per non dire altro. Risulterà invece un po’ più complesso individuare questo aumento se avete a che fare con una persona tronfia ed eccessivamente sicura di sé in condizioni normali.

Un altro fattore da tenere in seria considerazione è una diminuzione drastica del bisogno di riposare. La mancanza di sonno non è affatto da sottovalutare e potrebbe portare a conseguenze fisiche e psichiche decisamente molto gravi e accrescere le difficoltà anche e soprattutto in una persona bipolare.

Anche una cosiddetta continua parlantina potrebbe essere sintomo del disturbo bipolare. Fate caso se la persona solitamente taciturna, diventa improvvisamente un intrattenitore irresistibile e talmente ciarliero da non riuscire più a prendere la parola. Potrebbe essere il caso di una persona bipolare anche questo.

Un’ultima cosa alla quale dovreste badare è se la persona in questione tende a cambiare opinione, anche su tematiche piuttosto profonde, in maniera repentina e radicale. Non stiamo parlando di un improvviso cambio nel decidere la pizza da prendere o del drink in questione, ma di cambi determinanti nella visione della propria vita o di decisioni molto importanti.

Essere bipolare significa attraversare un momento di difficoltà e passare da uno stato di euforia totale, ad uno di depressione altrettanto grave in pochissimo tempo. La difficoltà maggiore verrà ad esempio riscontrata nei confronti delle altre persone con le quali si tenderà ad interagire, non riuscendo a garantire più una certa stabilità e pressando in maniera eccessiva il partner che non saprà più come doversi comportare, commettendo, agli occhi del soggetto bipolare, tutta una serie di errori madornali che saranno molto difficili da perdonare.

Non bisogna quindi escludere il tradimento di un bipolare, poiché non sarà in grado di riconoscere il fatto che il compagno o la compagna non sia in grado di avere i mezzi necessari non solo per dare un aiuto, ma anche per una comprensione fondamentale dello stato in cui ci si trova.

L’aiuto quindi da parte di una persona esperta, va in un doppio senso. Se da un lato aiuterà la persona malata, dall’altro farà in modo che chi deve o vuole essere un sostegno per il malato, sappia come affrontare al meglio tutta una serie di situazioni per niente facili. Il primo passo per capire cosa significhi essere bipolare è farsi spiegare esattamente cosa voglia dire.

Certamente non si può dire che una persona bipolare viva bene, dato che il corpo e la psiche di chi soffre di questo disturbo sono messi a dura prova quotidianamente. Uno sforzo notevole quindi passare da una condizione di estrema felicità che può essere anche accompagnato da un eccesso in termini di cibo o di alcol, per non parlare anche di altre sostanze e la depressione più profonda, stato in cui vige la privazione più assoluta e che potrebbe condurre il soggetto a disidratazione, assenza totale di appetito, ecc.

L’eccessivo stato di euforia può risultare anche pericoloso dato che allontanerà quella genuina sensazione di pericolo che chiunque prova nel dover affrontare determinate situazioni durante la propria esistenza.

Di disturbo bipolare tipo 2 si guarisce se si riesce ad intraprendere tempestivamente la giusta terapia e si viene seguiti con estrema cura e attenzione. Quello che deve essere chiaro, fin da subito, è che non si lascia nulla all’improvvisazione e proprio per questo motivo è importante che vi siano delle figure esperte capaci di trattare il paziente nel modo adeguato.

Per prima cosa non si deve mai trascurare l’ambiente in cui si vive. Passandoci la maggior parte del tempo, dovrete fare in modo di circondarvi non solo di persone in grado di capirvi e aiutarvi, ma anche di oggetti rilassanti e di una giusta composizione del mobilio e dell’arredamento in generale. Fate in modo di allontanare tutte quelle cose che vi danno fastidio e che potrebbero essere fonte di stress nel breve e nel lungo periodo.

Non andate a cercare situazioni stressanti, pur di accontentare qualcuno a voi vicino. Se non è ancora arrivato il momento di andare al bar a bere qualcosa con gli amici, lasciate stare. Rimanderete a tempi migliori.

Cercate l’equilibrio attraverso la meditazione e il controllo della respirazione. Fate in modo di liberare la mente dai pensieri negativi e seguite sempre tutte le indicazioni che vi ha dato il vostro medico curante. Una volta che la psiche avrà ritrovato un suo equilibrio, avrete modo di ritrovare pace anche nel corpo.

Premesso che non ci si deve mai sentire in una situazione di imbarazzo se si ritiene di aver bisogno di aiuto, bisogna anche capire a chi rivolgersi per poter trarre maggiore beneficio da un periodo di cura. Un centro all’avanguardia, capace di seguirvi passo passo e fare in modo che il tempo di cura per il disturbo bipolare si riduca il più possibile è esattamente quello che fa al caso vostro.

Immerso in un’oasi di piacere per la vista e di pace e serenità, il Luxury Rehab di Mallorca in Spagna avrà il piacere di darvi il benvenuto, attraverso uno staff preparato e che è in grado di dedicarsi completamente solo a voi, essendo un centro che accoglie soltanto un paziente alla volta. Avrete quindi modo di essere curati e seguiti in tutto e per tutto e chiarire qualsiasi dubbio dovesse mai venirvi.

Anche una risposta esaustiva può fare la differenza se trasmessa nel modo giusto.

FAQs

Un metodo unico

Un sistema collaudato ed efficace per individuare le vere cause di qualsiasi squilibrio.
1 - UN CLIENTE PER VOLTA
2 - PRIVACY & DISCREZIONE
3 - CHECK-UP APPROFONDITO
4 - PROGRAMMA PERSONALIZZATO, PER TRATTARE OGNI DISTURBO ALLA RADICE
5 - RISTRUTTURAZIONE BIOCHIMICA
6 - APPROCCIO OLISTICO
7 – TERAPIE ALL’AVANGUARDIA
8 - UN CONSULENTE SEMPRE A DISPOSIZIONE
9 - STRUTTURA DI LUSSO PRIVATA
10 - CHEF PERSONALE E PIANO ALIMENTARE

APPROCCIO DUREVOLE

0 Prima

Invia richiesta di ammissione

0 Prima

Definire gli obiettivi del trattamento

1 settimana

Comprehensive Assessments & Detox

1-4 settimana

Fisico in corso e Terapia mentale

4 settimana

Family Therapy

5-8 settimana

Dopo cura

12+ settimana

Visita di aggiornamento

Accreditamenti e media

 
AMF
British Psychology Society
PsychologyToday
COMIB
COPAO
EMDR
EPA
FMH
ifaf
institute de terapie neural
MEG
NeuroCademy
NeuroCare
OGVT
pro mesotherapie
Psychreg
red GDPS
WPA
SFGU
SEMES
SMGP
Somatic Experience
ssaamp
TAA
SSP
DeluxeMallorca
BusinessInsider
ProSieben
Sat1
Focus
Taff
TechTimes
HighLife
Views
abcMallorca
LuxuryLife